giovedì 14 febbraio 2013

DA BEPPE GRILLO

Ieri sera sono andato a vedere un ....comizio? Uno spettacolo? Chissà come si identificano le "performance" dell'ex comico genovese....comunque, dicevo, sono andato a sentire il comizio (ho deciso, lo chiamo comizio!) di Beppe Grillo a Lecco.
Due cose erano certe: c'erano un freddo becco e un mare di gente.
Non voterei mai Grillo e l'essere andato non ha cambiato naturalmente i miei convincimenti, ma volevo verificare più che altro la reazione del popolo, per capire quale sia l'effetto vero che Grillo ha sulla gente.
"Piazze piene urne vuote" è un antico adagio sempre di moda e credo che in parte valga anche in questo caso. Dubito che le 5000persone presenti (è una stima data stamane dai giornalisti) votino in massa per il M5S, ma gli applausi e le urla invasate del pubblico qualcosa dovranno lasciar intendere.
Analizziamo in pillole quanto ha detto:
-Tre quarti del comizio li ha dedicati ad attaccare Bersani, perché sa che è quello il forziere dal quale ruberà più voti,
- praticamente nessun attacco alla Lega
- qualche risata su Berlusca e i suoi
- tanta, tantissima antipolica
- tanto, tantissimo POPULISMO.

Ah, stasera dovrei comparire  su La7 (lo speciale di Mentana), perché hanno intervistato un signore che mi stava accanto. Ero distratto da altro e quando me ne sono accorto ho voltato il mio lato meno nobile alla telecamera perché odio vedere la gente che saluta dietro il giornalista di turno.

Ok, tutto detto.
Ah, no...ho ancora freddo da ieri.

1 commento:

  1. Condivido. Tutto. Bravo! Analisi molto lucida.

    RispondiElimina