martedì 5 novembre 2013

ZERO KILL

Prologo
Sabato sera, insieme agli immancabili Saso e Zupacchiotta, mi trovavo nella ridente cittadina di Dobbiaco, nello splendido Alto Adige. Qualche giorno lontano dallo stress e dal traffico lombardo, per godere di panorami unici ed inimitabili.
Verso le 19, come sempre sovrastimando le capacità di Saso, l'ho mandato a cercare il ristorante che avevamo selezionato per la cena, lasciando di fatto che il tapino si perdesse nel nulla.
Mentre con Zupacchiotta cercavamo il pupazzo in questione (ed il ristorante), abbiamo sentito in lontananza uno strano tam tam di tamburi, quasi fossimo dispersi nella jungla. Seguendo i tamburi, ormai rapiti dalla curiosità, abbiamo risolto l'arcano: era in corso una partita di hockey su ghiaccio.Sempre più incuriositi, ci siamo accomodati su di un piccolo palchetto sul quale c'erano una manciata di tifosi (tra i quali molti ragazzini), ad un passo dalla pista di ghiaccio e dalla  parte opposta
delle tribune vere e proprie(su  quest'ultime c'erano qualche centinaio di tifosi).

Bene.
Premetto che ignoravo (ed ignoro ancora) le regole di questo sport e, forse per questo, ho pensato fosse una buona idea gustarmi qualche azione in attesa che Saso ritornasse raggiungibile.
Lo speaker si esprimeva solo in tedesco, così come i tifosi accanto a noi ed anche i giocatori (eravamo ad un passo e sentivamo anche i sospiri!).
E' bastata la prima azione per capire che NON era lo spettacolo che immaginavo.
Spinte, cadute, botte tremende, cazzotti, violenza allo stato puro. 
Intendiamoci, non voglio dare l'idea di essere un bacchettone: che nel campo (di calcio), quando serviva, mi sono sempre difeso.
E' che il livello di violenza raggiunto era davvero insostenibile. E più la violenza si alzava, più il pubblico si gasava (o almeno questo è sembrato agli occhi di uno che di hockey non sa davvero niente; e neanche di tedesco).
Per darvi un'idea, in poco meno di 20 minuti abbiamo assistito alle scene che sintetizzo:

1) la spinta 
Due avversari inseguivano il disco procedendo in fila indiana a velocità sostenuta ed andando incontro al bordo del campo (si chiamerà così?). Quando il primo era solo ad un passo del bordo, quello dietro l'ha spinto con violenza ed in modo plateale, cadendo di seguito. L'urto ha restituito un rumore terribile: il primo è rimasto a terra senza fiato, lamentandosi come fosse in agonia; il secondo deve aver sbattuto la faccia, perché aveva la bocca piena di sangue. Pare,(dico pare perché non siamo sicuri di aver capito bene), ma il secondo deve essersi spaccato i denti. Subito dopo lo scontro, mentre il primo ancora piegato cercava di raggiungere la panchina, gli altri sono rimasti per diversi minuti a guardare per terra, come se cercassero qualcosa (penso i denti del secondo o, alla meglio, l'eventuale paradenti).Entrambi i giocatori sono andati negli spogliatoi barcollando.

2) la mano
In uno dei soliti scontri, un giocatore è caduto per terra, picchiando il braccio a terra. Dopo la caduta, come fosse un invasato, ha urlato in modo devastante, togliendosi il guanto e correndo verso la panchina con la mano a penzolare in un'anomala posizione. Credo si sia rotto il polso o il braccio (da come urlava, credo il braccio).

3) i primi pugni
Due avversari, dopo l'ennesimo scontro, hanno iniziato a prendersi a pugni, tra l'indifferenza dei giocatori e dell'arbitro. La folla  intanto incitava.E' partita una rissa tra gli altri giocatori che a gruppi di 2 o tre hanno iniziato a pestarsi a vicenda. La rissa è durata almeno un minuto. L'arbitro, come sempre, ha lasciato fare (funziona così nell'hockey?)

4) la rissa
Dopo non so quante spinte, pugni, bastonate, urla e cadute, in un angolo del campo due giocatori hanno iniziato di nuovo a prendersi a pugni. E' ricominciata la rissa e questa volta è durata un tempo che a me è sembrato infinito. Quando gli animi si sono tranquillizzati (se così si può dire), tra i boati della folla le due squadre si sono incamminate verso gli spogliatoi. Se abbiamo capito, la partita è stata sospesa.

Lo "spettacolo" è stato talmente cruento che siamo praticamente scappati via senza sapere se la partita 
 sarebbe ricominciata o no. 
. Nel corso dell'ultima rissa, in uno stato di totale indignazione, ho perso le staffe e mi sono messo ad urlare come un dannato verso i giocatori che si picchiavano.
Che cazzo di sport è questo? Questo gli ho urlato con tutte le mie forze. C'erano centinaia di tifosi, moltissimi ragazzi, tante ragazze.
I giocatori non erano dei ragazzini e, come ho scoperto documentandomi in seguito, erano anche professionisti (serie C). Che esempio hanno dato ai tanti giovani presenti?
Come è possibile che lo sport tolleri questa violenza?
Senza fare paragoni ed escludendo naturalmente gli sport di combattimento,  in quale sport un giocatore che prende a pugni un avversario può evitare una punizione esemplare (tipo la radiazione a vita)???

Epilogo
So che da profano non dovrei giudicare un sport che ignoro completamente, ma credo che non serva essere un esperto per manifestare il mio sdegno di fronte a tanta violenza. Per la cronaca, siamo rimasti tutta la sera scossi (soprattutto Zupacchiotta) e quello che pensavamo fosse un spettacolo ci ha rovinato l'umore. Alla fine  Saso l'abbiamo trovato: il ristorante era in ristrutturazione e il tapino si stava consolando con qualche birra in un altro bar.

Di seguito vi allego un video che ho girato per documentare quello che sto dicendo: il video mostra la rissa finale e si interrompe un attimo prima che io dia di matto.
MI RACCOMANDO, VISTO L'ALTO CONTENUTO DI VIOLENZA, GUARDATELO IN ASSENZA DI MINORI.
Inoltre, vi allego le foto che ho scattato.

NB: se qualche esperto di hockey o qualche tifoso di una delle due squadre in questione la pensa diversamente da me, sarò lieto di ascoltare la sua opinione in merito e di pubblicare su questo blog il suo punto di vista.Faccio solo presente che nei 20minuti circa che ho visto, hanno fatto solo due "tiri in porta". Il resto sembrava solo un pretesto per sfogare violenza gratuita.

Ecco il mio video:
video

Ed ecco le foto










questo è lo scontro dei denti rotti

primo accenno di rissa

il primo dello scontro al muro, ancora piegato dopo l'urto

giocatori che cercano (i denti? Il paradenti? Cosa?)

ancora alla ricerca (non troveranno niente)

altro scontro al muro

ecco il risultato dello scontro precedente

ancora a terra

ancora a terra

bastoni all'aria e nervi alle stelle

gli spalti(e ancora un ferito in campo)


i pugni della prima rissa

inizio rissa



scontro al muro in arrivo

lo sguardo all'avversario dice tutto

ancora feriti


ragazzini accanto a noi

inizia la rissa finale

pugni a caso

ancora pugni

pugni,pugni,pugni...

fine rissa. Partita sospesa

i giocatori escono dal campo

ce ne andiamo anche noi (scossi!)


Nessun commento:

Posta un commento